Principi ispiratori e finalità

Il Quinquennio Sperimentale “Maria Immacolata” nella sua opera di servizio pubblico, come Scuola Cattolica, propone un modello di educazione integrale della persona, in dimensione personalistica e comunitaria, nel rispetto della promozione dei valori della Costituzione italiana, aperta alla spiritualità e alla trascendenza.

 

I principi ispiratori del servizio sono da ricercarsi nella

- uguaglianza tra le persone,

- imparzialità e regolarità nel servizio di insegnamento, accoglienza e integrazione tra gli alunni,

- partecipazione, efficienza e trasparenza, collaborazione, rispetto tra le varie parti del patto formativo,

- libertà dell’insegnamento.

 

La specifica offerta formativa si articola nelle seguenti finalità:

  • centralità della persona-alunno che si prefigge la formazione umana della persona nella sua dignità, e autonomia, nell’acquisizione di una propria identità, nella valorizzazione delle attitudini e della creatività personale, nell’utilizzo di conoscenze, competenze culturali e capacità critiche;
  • primato dell’apprendimento che pone nel rapporto di insegnamento/apprendimento protagonista l’alunno inserito in un dialogo tra due persone che rende significativo l’apprendimento
  • radicamento nella realtà sociale che vede l’educazione alla socialità e alla comunità esplicata nei valori: rispetto, solidarietà, gratuità, disponibilità, collaborazione e partecipazione alle iniziative, valorizzazione delle diversità;
  • valorizzazione del contesto sociale e apertura al mondo: rispetto della natura e dell’ambiente, senso di stupore, lode e ringraziamento, in atteggiamento di francescana meraviglia
  • necessità di perseguire la specificità propria dell’indirizzo di studio volto a fornire una preparazione articolata, che privilegia il metodo della ricerca e della soluzione dei problemi attraverso lo studio critico di tutte le discipline, umanistiche e scientifiche, con particolare rilievo dato all’ambito psicopedagogico

 

L’atto di iscrizione costituisce piena accettazione dell’impostazione educativa dell’Istituto e delle norme disciplinari e amministrative.

 

 

Scansione dell’anno scolastico

 

Nel Liceo l’anno scolastico è suddiviso in due quadrimestri, con valutazioni intermedie in ogni quadrimestre.

 

Le valutazioni si basano su prove scritte e verifiche orali e sono di tipo

 settoriale ( relative a singole conoscenze),

formative (miranti al recupero delle carenze attraverso l’analisi e la valorizzazione dell’errore) e sommative (funzionale alla valutazione finale).

Gli strumenti di valutazione utilizzati dai docenti variano dalla interrogazione all’utilizzo dei test, dai questionari, all’uso dei computer.

Le famiglie sono informate dei processi di apprendimento e di formazione dei loro figli/e mediante le pagelle e le schede personali, sia formali che di Istituto, nonché attraverso i colloqui con i docenti, sia durante l’ora settimanale di ricevimento che negli incontri periodici stabiliti dal calendario scolastico e quando se ne evidenzia la necessità.

Alla fine dell’anno, un questionario richiede ai genitori di valutare l’attività didattica svolta, allo scopo di

- monitorare il grado di efficienza dell’opera svolta dall’Istituto

- e dare le linee direttive per l’aggiornamento dell’offerta formativa dell’anno seguente.

 

Il Liceo è aperto dal Lunedì al Sabato, con orario antimeridiano, dalle ore 8.00 alle 13.00/14.00. All’attività didattica obbligatoria vengono destinati i 200 giorni previsti dalle norme vigenti.

 

Nel pomeriggio si svolgono varie attività extracurricolari, integative, opzionali  quali:

  • corso di laboratorio musicale;
  • attività sportiva;
  • laboratorio teatrale;
  • CIC tenuto dai docenti

 come richiesto dagli studenti, in base al questionario di fine anno e previsto nel quadro di offerta formativa, in sintonia con lo “Statuto degli studenti e delle studentesse”.